martedì 10 luglio 2012

Matteo Renzi, Stefania Saccardi, la storia di Pinocchio e le bugie sui Rom CAMPO ROM DELL’OLMATELLO – Firenze


 
 MATTEO RENZI -  Sindaco di Firenze - la storia di PINOCCHIO e le BUGIE sui ROM


Comunicato Stampa
Firenze 10 luglio 2012 

Matteo Renzi, Stefania Saccardi, la storia di Pinocchio e le bugie sui Rom
CAMPO ROM DELL’OLMATELLO –Firenze
 
Ieri mattina il Sindaco di Firenze Matteo Renzi accompagnato dall’Assessore al Sociale Stefania Saccardi, dalla comandante della Polizia Municipale Antonella Manzione, dai rappresentanti delle cooperative Il Cenacolo e del comitato di gestione presso il Quartiere 5, si è recato all’interno del Campo Rom dell’Olmatello situato nella piana di Castello. 


 Firenze 9 luglio 2012 - Le ruspe abbattono le case dove abitavano le famiglie Rom. 
Il Comune di Firenze ha speso milioni di euro per costruirle


L’appuntamento dato ai riflettori della stampa è stato fissato alle 11.00. Davanti a decine di cronisti l’Amministratore Matteo Renzi ha illustrato l’operato del Comune di Firenze sulla “questione Rom”



Mentre le ruspe abbattevano i prefabbricati ed i bagni costati milioni di euro alla stessa Amministrazione fiorentina (costo dell’operazione di demolizione affidato alla ditta di Capaldo Giacinto di Firenze con un’offerta per lavori a netto di 50.237 euro) il Sindaco di Firenze ha dichiarato: “la chiusura di oggi, frutto di un grande lavoro dei servizi sociali e che si è svolta senza l’intervento delle forze dell’ordine, è l’ulteriore dimostrazione che questa Amministrazione lavora e le cose le fa davvero a differenza di altri che invece si limitano a parlare”.

 

 Firenze 9 luglio 2012 - Stefania Saccardi Assessore al Welfare del Comune di Firenze
e Matteo Renzi Sindaco ed Amministratore al Campo Rom dell'Olmatello


L’Assessore al Welfare Stefania Saccardi ha aggiunto: “massimo rigore nel rispetto delle regole e massima attenzione ai diritti e ai bisogni della persone, soprattutto quelle più deboli come le famiglie con bambini. Nessun intervento di polizia, ma percorsi di accoglienza e di integrazione


Il Sindaco di Firenze Matteo Renzi è stato avvicinato da Marcello Zuinisi, legale rappresentante dell’Associazione Nazione Rom: “Sindaco Renzi vorrei regalarle il film prodotto dal gruppo Internazionale EveryOne sulla storia di Rebecca Covaciu – LA CANZONE DI REBECCA. E’ un film che racconta la storia di una giovanissima artista Rom proveniente dalla Romania, gli abusi, la persecuzione, gli sgomberi, la fame vissuta dal popolo Rom in tutta Italia. E’ un film che verrà proiettato alla prossima Mostra del Cinema di Venezia”.

 

LA CANZONE DI REBECCA - Un film sui DIRITTI UMANI e sull'AMORE 
FESTIVAL DEL CINEMA DI VENEZIA


Il Sindaco Matteo Renzi non ha ascoltato le parole di Marcello Zuinisi, si è subito allontanato seguito dai cronisti. Immediatamente gli Agenti di Polizia Municipale ed il Comandante Antonella Manzione hanno circondato il rappresentante dei Rom impedendogli la libera strada.

Alle legittime proteste dell’Associazione Nazione Rom, l’Assessore Stefania Saccardi ha avvicinato Marcello Zuinisi seguita dai rappresentanti delle Cooperative presenti. Le nostre parole di denuncia degli abusi commessi dal Comune di Firenze e dalla Regione Toscana sulla questione Rom, sono state scritte ed inoltrate alle Procure di Lucca, Pisa e Firenze.



Tutto il lavoro svolto per anni dal CONSORZIO CO&SO all’interno del Campo Rom dell’Olmatello è stato regolato ad un ACCORDO PRIVATO sottoscritto dalla stessa AMMINISTRAZIONE e non da una REGOLARE GARA d’APPALTO come falsamente riportato dall’Assessore all’Educazione Maria Rosa de Giorgi nel Consiglio Comunale del 5 gennaio 2012.



L’Associazione Nazione Rom è felice che i 13 nuclei familiari presenti all’interno del Campo Rom dell’Olmatello abbiano trovato una casa ma denuncia le BUGIE del Sindaco Matteo Renzi. L’Amministrazione fiorentina è tutt’altro che attenta al rispetto dei DIRITTI UMANI, all’unità della famiglia, al rispetto della vita dei bambini. Negli ultimi tre anni sono decine gli sgomberi eseguiti contro le famiglie Rom presenti nel territorio senza garantire nessun percorso di inclusione sociale denunciati dall’Associazione Nazione Rom.



Il mancato rispetto delle direttive europee 2000/43/CE sulla non discriminazione e 2004/38/CE sulla libertà di circolazione, il mancato rispetto della CARTA dei DIRITTI FONDAMENTALI dell’UNIONE EUROPEA, le espulsioni illegittime di cittadini comunitari eseguite da Questura e Prefettura su ordine del Ministero degli Interni, le DEPORTAZIONI, gli abusi istituzionali, gli inganni e le bugie. L’operazione eseguita dall’AMMINISTRAZIONE di MATTEO RENZI il 16 giugno 2011 ai danni della Popolazione Rom di Quaracchi una gravissima operazione di ABUSO ISTITUZIONALE. Dove sono i 400.000 euro di Fondi Pubblici stanziati dal Consiglio dei Ministri per INTEGRARE i Rom sul territorio (delibera 279 – 26 aprile 2011 – Regione Toscana) usati per i “RIMPATRI ASSISTITI” ?

 

Padri Rom abbracciano i propri bambini nel Comune di Firenze
L'Associazione Nazione Rom denuncia i progetti di rimpatrio assitisto 
come una DEPORTAZIONE  e POLITICA ISTITUZIONALE RAZZISTA


Nella piana di Castello da anni avvengono irregolarità istituzionali, abusi su cui la Procura di Firenze ha da tempo avviato indagini e rinviato a giudizio numerosi esponenti della precedente giunta comunale. Alla Fortezza da Basso altri abusi edilizi ed istituzionali: rinviati a giudizio numerosi esponenti dell’attuale giunta, della passata, della Regione Toscana. Il Campo Rom dell’Olmatello si trova al centro della piana di Castello ed il terreno su cui sorge è destinato ai costruttori edilizi con cui Matteo Renzi ha stretto accordi ed interessi. E’ del 10 ottobre 2011 l’ultimo sgombero eseguito dalla Polizia Locale all’Olmatello. Esseri umani che avevano solo bisogno di un po’ di acqua allontanati senza nessun percorso di inclusione.



I cittadini Rom di Quaracchi non hanno mai accettato la DEPORTAZIONE imposta dal Sindaco di Firenze Matteo Renzi e si trovano tutti nel territorio da lui amministrato. Sono stati soggetti ad ogni umiliazione e persecuzione ed hanno continuato a  proteggere la vita delle proprie famiglie e dei propri bambini. I padri Rom, le madri Rom, i bambini Rom continuano ogni giorno a lottare chiedendo al Comune di Firenze di applicare la Strategia di Inclusione per Rom, Sinti e Camminanti adottata dal Consiglio dei Ministri il 24 febbraio 2012.



L’Associazione Nazione Rom continua con determinazione nella richiesta di convocazione di un Tavolo locale e regionale per l’inclusione delle famiglie Rom come previsto dalla Strategia di cui è Punto di Contatto Nazionale PCN l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali - UNAR denunciando aggressioni ed intimidazioni ricevute da Assessori, rappresentanti dell’ARCI di Firenze ed in passato da Alti Funzionari della stessa Questura di Firenze.



Nella piana di Castello a Firenze, in Via della Pietraia 29, viveva lo scrittore Carlo Lorenzini in arte  Carlo Collodi. Durante la permanenza a Castello, ospitato dal fratello Paolo, divenuto direttore dell’Antica Manifattura Ginori di Doccia, maturò l’ispirazione per scrivere il suo lavoro più celebre “Le avventure di Pinocchio. Storie di un burattino”. Castello si trova in una zona collinare di Firenze ed è rinomata per la presenza di edifici, parchi e ville di grande interesse storico-artistico.



 Carlo Lorenzini - Le avvenure di Pinocchio. Storia di un burattino


Carlo Collodi avrebbe trovato grande ispirazione dalle attuali vicende che vedono il Sindaco di Firenze sempre più impegnato a guadagnarsi la poltrona di Presidente del Consiglio dei Ministri, poltrona  a cui Matteo Renzi aspira. “Le avvenure di Pinocchio-Renzi. Storia di un burattino” che come tutti i burattini è manovrato dai fili del burattinaio.



Chissà che i fili in questione non conducano ad Arcore, nella Villa dell’ex-presidente del consiglio Silvio Berlusconi dove lo stesso Matteo Renzi ha ricevuto una grande e calorosa accoglienza l’8 dicembre 2010.



 SILVIO BERLUSCONI e MATTEO RENZI insieme ad ARCORE


Lo SCANDALO PROSTITUZIONE  MINORILE nella Villa di  SILVIO BERLUSCONI ad Arcore era appena emerso davanti agli occhi dell’opinione pubblica mondiale.



Nello stesso periodo a Firenze, i cittadini Rom morivano per il freddo e le conseguenze della persecuzione e delle molotov lanciate contro il Campo di Quaracchi dal RAZZISMO FIORENTINO e  TOSCANO. I bambini costretti a dormire sui selciati delle piazze di Firenze, sotto la sede dell’UNICEFF in Piazza SS Annunziata con le loro mamme ed i loro babbi. Oggi non è cambiato niente ed i cittadini Rom continuano a soffrire fame, persecuzione e violenza nella città amministrata dal Sindaco di Firenze Matteo Renzi.



Ai tempi di Collodi il paese dei balocchi era Sesto Fiorentino, li i bambini diventavano ASINI, gli crescevano lunghe orecchie e con la loro pelle venivano costruiti dei tamburi. Oggi il paese del BALOCCHI è la piana di Castello, confinante con il Comune di Sesto Fiorentino. Alla Procura della Repubblica il compito istituzionale di accertare la verità ed il rispetto della legge. Ai cittadini della Repubblica il dovere morale di denunciare abusi e chiedere VERITA’ e GIUSTIZIA.



L’Associazione Nazione Rom ha avanzato le sue legittime richieste e la sua denuncia dal Salone dei Cinquecento del Comune di Firenze in occasione della conferenza the State of the Union svoltasi  il 9 maggio 2012. Alla presenza del Presidente della commissione Europea Josè Manuel Barroso, del Presidente del Consiglio Mario Monti, del Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e alla presenza del Sindaco di Firenze Matteo Renzi. Chiedendo la fine della persecuzione razziale, dell’APARTHEID ANTI-Rom e  dell’Olocausto Rom – “il PORRAJMOS”.



 Marcello Zuinisi - legale rappresentante dell'Associazione Nazione Rom
alla conferenza the State of the Union - Palazzo Vecchio - Comune di Firenze
9 maggio 2012
 

Dall’ASSEMBLEA PARLAMENTARE DEL CONSIGLIO D’EUROPA svoltasi in Piazza SS Annunziata il 7 novembre 2011 la richiesta dell’ASSOCIAZIONE NAZIONE ROM di convocare un TAVOLO DI INCLUSIONE per LE FAMIGLIE ROM ricolta a tutte le Istituzioni e le Amministrazioni della Toscana. (pag 11)



BASTA APARTHEID
SIAMO TUTTI ROM



ASSOCIAZIONE NAZIONE ROM
Via Ricortola 166, Marina di Massa (Ms)
tel +39 3209489950 +39 3281962409

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento