domenica 10 giugno 2012

Rom e Diritti Umani "il Silenzio dei Violini" - Genova 8 giugno 2012 - Palazzo Ducale


 Genova - Palazzo Ducale - 18° Festival Internazionale di Poesia
"il Silenzio dei Violini" di Roberto Malini e Paul Polasky


GENOVA  8 giugno 2012

I diritti umani, la tragedia dei profughi e del popolo Rom, la denuncia della tortura, della pena di morte e soprattutto dell’Olocausto Rom, il genocidio di un intero popolo mai processato da un Tribunale Internazionale  sono stati  protagonisti al 18° Festival Internazionale di Poesia di Genova ospitato dal prestigioso Palazzo Ducale della città ligure.


 Genova- Parole Spalancate - 7/17 giugno 2012


E’ stato presentato il libro di poesie  “Il Silenzio dei Violini” scritto da Roberto Malini e Paul Polansky   (Edizioni Il Foglio)  


 Il Silenzio dei Violini di Roberto Malini e Paul Polansky


"Paul  e Roberto sono ben conosciuti per il loro attivismo a tutela del popolo Rom. In questo commovente volume i nostri cuori e le nostre menti sono toccati dal loro talento poetico ed è giusto che abbiano utilizzato l'arte letteraria per il loro obiettivo, perché è attraverso l'arte che i Rom hanno dato il loro contributo più duraturo al mondo."  Sono le parole del direttore del Programma di studi Rom presso l'Università ad Austin nel Texas, Ian Hancock, a presentare il libro di poesie “Il Silenzio dei Violini”

Ian Hancock è tra i più importanti studiosi ed esperti mondiali della tragedia moderna del popolo Rom, dell’Olocausto perpetrato dal Nazismo e dal Fascismo: il PORRAJMOS



Genova - Piazza Ferraris
Siamo tutti uguali, Siamo tutti Rom
Roberto Malini ed il gruppo musicale Cornelio


L'8 giugno ricorre una data emblematica, per i Rom in Italia. Quel giorno, infatti, nel 1938, il Ministero degli Interni istituì con una circolare alle prefetture i campi di concentramento destinati alle persone ritenute asociali. "Anche allora si colpirono i Rom attraverso un progetto di emergenza-nomadi," commenta il poeta e difensore dei diritti umani Roberto Malini, "avviando politiche di sgombero e deportazione. Cominciava così il Porrajmos, l'Olocausto dei Rom"


Il lavoro di Roberto Malini è  sostenuto dal Consiglio d'Europa, dal Museo dei Rom "Lolo Diklo" di Seattle (Stati Uniti), da Union Romani e dalle principali organizzazioni per i diritti e la cultura dei Rom.  "Il silenzio dei violini", da cui sono tratte alcune delle poesie del reading di Genova, ha ricevuto la Menzione Speciale al Premio Letterario Camaiore 2012 e sarà al centro di una lettura che il poeta terrà in autunno al Parlamento Europeo.


Il libro di poesie è stato regalato anche alla Vice Presidente della Commissione Europea Viviane Reading durante l'incontro ufficiale sulla "questione rom" del 29 marzo 2012  (Sala della Lupa - Camera dei Deputati di Monte Citorio - Roma) con la società civile rom, il Presidente della Camera Gianfranco Fini, il Ministro della Cooperazione Internazionale ed Integrazione Andrea Riccardi, il Presidente della Commissione Diritti Umani del Senato Pietro Marcenaro.

http://nazionerom.blogspot.it/2012/03/roma-camera-dei-deputati-incontrano-e.html

Il quella occasione è continuata la denuncia del razzismo e dell'ipocrisia di chi sta continuando a perseguitare il Popolo Rom.


http://nazionerom.blogspot.it/2012/04/governo-monti-ipocrisia-antirom-per-le.html


A Genova la giornata è cominciata a Palazzo Ducale, nella Saletta della Poesia, dove Roberto Malini ha iniziato a leggere le sue poesie accompagnato alla chitarra da Marcello Zuinisi.


 Marcello Zuinisi e Roberto Malini
musica e poesia per i diritti umani


Daniela Malini, sorella di Roberto, è stata premiata per la poesia "Come una carezza senza amore" dagli organizzatori del Festival.


Daniela Malini - autrice della poesia
"come una carezza senza amore"

Roberto e il suo gruppo hanno poi  improvvisato una riuscita performance di poesia, musica e diritti umani nella centralissima piazza De Ferrari, davanti a decine di genovesi e a numerosi agenti delle forze dell'ordine insieme al gruppo musicale Rom di Genova - "Cornelio".


 Roberto Malini ed il gruppo musicale rom di Genova - "Cornelio"

Il reading è terminato sul palco della poesia e della musica in Piazza Luzzati davanti ad un pubblico attento e partecipe. Tra i presenti, oltre alla società civile i fondatori dell’Associazione Rom Anticamente Sergio Sejad Cizmic e Miguel Guiterrez, il Presidente Provinciale dell’Unicef  Franco Cirio ed esponente del Comune di Genova .

XVIII Festival Internazionale di Poesia - Genova
"il Silenzio dei Violini" sul palco di Piazza Luzzati


Mentre una fisarmonica, un violino, un contrabbasso e due chitarre eseguivano melodie tzigane e improvvisano temi malinconici, romantici o tragici, Roberto ha interpretato con passione le vicende di Toma, Irina, Mihai, Alexandru, Emil e di tanti Rom che il poeta ha conosciuto. Pesaro, Roma, Milano, Bologna, Firenze e altre città sono i teatri del calvario dei Rom in Italia.

La giornata  “Siamo tutti Uguali – Siamo tutti Rom” è terminata con importanti sviluppi costruttivi.

http://www.dazebaonews.it/italia/societa/everyone-group-diritti-umani/item/11118-genova-applaude-la-performance-di-roberto-malini-accompagnato-da-virtuosi-rom 

Il dottor Franco Cirio, Presidente Provinciale dell’ UNICEF, commosso e al termine della lettura ha proposto al poeta e al suo gruppo di realizzare un DVD con la stessa performance, da distribuire nelle scuole. Il progetto sarà realizzato prestissimo, sempre a Genova. 


 Roberto Malini e Franco Ciro

I principali Festival di Poesia, intanto, hanno chiesto di ospitare la performance tratta dai libri di Roberto Malini  "Il silenzio dei violini" e "Dichiarazione" (quest'ultimo di imminente pubblicazione).  Il progetto, dunque, prosegue e cresce. La Rai, Radio Popolare e alcuni quotidiani hanno intervistato il poeta e quest'interesse da parte dei media è un segnale di apertura su un tema che troppo spesso è oggetto di censura.



Associazione Nazione Rom
Via Ricortola 166, 54100 Marina di Massa (Ms) - Italy
Mob: +39 3281962409  +39 3209489950

1 commento:

  1. tutti rom e che italia anche loro anno diritti umani per loro bambini

    RispondiElimina